Un Mini Tesla Coil

Un Mini Tesla Coil (5.00/5) su 1 voti
Dopo la costruzione di un teslacoil di grandi dimensioni, per necessità di trasporto e di praticità ho dovuto costruirne una versione in miniatura: un mini tesla coil appunto. In realtà mi sono trovato di fronte ad una nuova sfida, poiché piccolo non sempre significa facile!

Così naque, dai meandri del mio laboratorio, la Minicoil:

minicoil completa
Ma seguiamo parte della costruzione con una serie di foto che possono darvi una idea di come ho sviluppato le varie parti per ottenere un risultato che considero veramente carino…
minicoil avvolgimento
In questa foto potete notare le fasi di preparazione della bobina secondaria, avvolta su un tubo in PVC arancione: ho fissato la base della bobina ad un motore elettrico con regolatore di velocità così da poter avvolgere il filo semplicemente lasciandolo scorrere e guidandolo con l’unghia nella giusta posizione; con questo sistema l’ho avvolta in circa una ventina di minuti (perchè volendo fare il precisino, ogni nodo che si creava mi fermavo la srotolavo in parte e ripartivo).
colorando

Ho colorato di nero le estremità per dare un effetto piu carino, e per farlo in modo omogeneo appoggiavo la punta sulla bobina in rotazione, così da creare una linea perfettama attorno tutta la circonferenza interessata.

smalto trasparentesmalto trasparentesmalto trasparente

Una volta completata ho ricoperto il tutto con uno spray trasparente per ottenere un effetto lucido molto carino, ed ho incollato alla sommita uno di quei vecchi fusibili che si usavano nelle scatole degli impianti elettrici decine di anni fa: era una delle poche cose con il diametro giusto ed esteticamente è proprio ciò che ci vuole. Ho forato la testa del fusibile così da poter fissare il pomello in ottone di un cassetto….

smalto trasparentesmalto trasparente

Il contenitore è composto da due coperchi per scatole elettriche, le quali hanno una fessura esattamente del diametro di un foglio di plexiglass da pochi millimetri di spessore, e così ho avuto l’idea di tagliarne delle fette ed usarle per fare le pareti trasparenti per poter vedere all’interno.
I sostegni sono stati tagliati da una barra quadra di ottone e sono attraversati da una vite che tiene il tutto chiuso e rigido. Nella parte superiore ho avvolto del filo di rame rigido con dei supporti di plastica isolante.

Il circuito è composto da un trasformatore OBIT per accenditore da caldaia a gasolio, che fornisce una tensione di 6kv se alimentato con 380 volts; io comunque lo alimento con la tensione di rete normale. Ho utilizzato 11 condensatori in serie da 47nF e 1600v, ed uno scaricatore composto da due cavetti di rame rigido di grosso spessore.

Ecco i risultati:

Aggiornamento 14/11/2010:

Come spiego nel prossimo video, molti hanno chiesto ulteriori dettagli sullo schema elettrico della minicoil. In realtà rispecchia semplicemente il consueto circuito L1C1 utilizzato nei classici tesla a spark gap! Con questa foto riassumo i collegamenti graficamente, prima di mostrarvi il tutto nel video:

minicoil circuito

Ora vediamo di capirci qualcosa di più:

 

Comments

comments