Temporizzatore NE555

Temporizzatore NE555 (3.36/5) su 14 voti

Il NE555 è uno degli integrati piu’ utilizzati per le temporizzazioni:

  • ne555 piedinatura Gnd: Massa dell’alimentazione
  • Trigger: Ingresso di trigger
  • Uscita: Piedino di uscita max 200mA
  • Reset: Resetta se a livello basso (0 Volts)
  • Controllo: Tensione di controllo, solitamente collegato a massa.
  • Soglia: Tensione di soglia che se superata fa cambiare lo stato dell’uscita
  • Scarica: Provoca la scarica automatica del condensatore di temporizzazione
  • Vcc: Positivo di alimentazione (5-15Volts)

Il funzionamento del 555 è il seguente: se la tensione all’ingresso di Trigger è inferiore a 1/3 Vcc e contemporaneamente la tensione all’ingresso di Soglia è inferiore a 2/3 Vcc, il 555 presenta l’Uscita allo stato alto (5Volts). Viceversa, se la tensione all’ingresso di Trigger > 2/3Vcc e contemporaneamente la tensione di Soglia > 1/3 Vcc, l’Uscita scende allo stato basso (0 Volts).

Vediamo in dettaglio come realizzare un temporizzatore con questo integrato.

Supponiamo che schema ne555inizialmente il condensatore C sia scarico, gli ingressi sui piedini Trigger e Soglia si trovano a livello basso (quindi inferiori a 2/3Vcc e 1/3Vcc), l’Uscita sarà a livello basso. Il condensatore inizia a caricarsi attraverso R1-R2 e quando raggiunge il valore di 2/3Vcc l’Uscita commuta a livello alto ed il piedino 7 di Scarica viene collegato automaticamente a massa. Il condensatore inizia quindi a scaricarsi verso il piedino di Scarica, tramite la resistenza R1. Quando la tensione del condensatore C scende al di sotto di Vcc/3 la tensione di Uscita sarà commutata di nuovo a livello alto, ed il piedino 7 di Scarica sarà scollegato da massa. Quindi il condensatore ritorna a caricarsi, così da ripetere il ciclo.

Calcolo dei componenti:

Th = 0,693*(R1+R2) *C      (tempo a livello alto)

Tl = 0,693*R1*C                 (tempo a livello basso)

Ttot = Th+ Tl                     (tempo totale)

Freq= 1 / T                         (frequenza in uscita)

Attenzione! R1 non può essere inferiore a 1000ohm altrimenti si rischia di compromettere il funzionamento dell’integrato!

Comments

comments